Globalist:
 
Connetti
Utente:

Password:



Italie

Parma, il sindaco grillino esordisce coi divieti

L'ossessione securitaria di Federico Pizzarotti: nella città emiliana sarà vietata la vendita di alcol e bibite dalla sera alle 21. Per colpire i luoghi dell'aggregazione giovanile

Redazione
giovedì 26 luglio 2012 11:59

Divieti. E poi ancora divieti. Contro i giovani, contro quelle piazze di ragazzi e ragazze che d'estate si incontrano al centro. Anche per bere una birra insieme. Divieti, come fa e sogna di fare la Lega. Tutto come sempre, insomma, solo che stavolta i divieti sono targati "5 Stelle". La notizia è di quelle destinate a fare clamore: uno dei primi atti del nuovo sindaco di Parma - il grillino Federico Pizzarotti - è un'ordinanza - addirittura "urgente" - che proibisce la vendita di alcolici e di bevande dalle 21 alle 7 della mattina dopo in tutto il centro della città.
Di più: per essere ancora di più in sintonia con la cultura leghista, il sindaco spiega che il divieto si estenderà alle "zone calde" della città: via Garibaldi, piazza Ghiaia, piazzale della Pace, via D'Azeglio e dintorni. Esattamente i luoghi degli incontri giovanili, durante l'estate.
L'obiettivo? Anche qui, parole già sentite: secondo Pizzarotti la misura s'è resa necessaria "per migliorare la sicurezza ".
E in quest'ossessione securitaria, i grillini non sono da meno degli altri. Hanno fretta. Il 25 luglio, l'assessore Casa ha spiegato che la polizia municipale offrirà una prima informazione agli esercenti e ai cittadini. Il giorno dopo l'ordinanza entrerà in vigore: le multe varieranno da 100 a 500 euro.