Globalist:
 
Connetti
Utente:

Password:



Culture

Quelle valanghe troppo veloci su Giapeto

Valanghe gigantesche, con un fronte di 80 chilometri. Ma soprattutto valanghe velocissime. I misteri della luna ghiacciata di Saturno

Redazione
domenica 29 luglio 2012 21:52

Valanghe gigantesche, impensabili sulla terra. Ma anche e soprattutto valanghe velocissime, troppo veloci. Sono quelle che avvengono sulla luna ghiacciata di Saturno, Giapeto. Le caratteristiche di queste valanghe sono descritte sulla rivista Nature Geoscience da un gruppo di ricercatori coordinati da Kelsi Singer della Washington University a Saint Louis, che hanno analizzato le immagini inviate dalla sonda Cassini, frutto della missione in collaborazione fra Nasa, Agenzia Spaziale Europea (Esa) e Agenzia Spaziale Italiana (Asi), che ha sorvolato la luna fra il 2004 e il 2007.
Innanzitutto va detto che questw valanghe avvengono sui fianchi di montagne alte venti chilometri. Basta questo per capire che si sta parlando di fenomeni giganteschi. Ma la cosa strana non è nelle loro dimensioni. La cosa che ha colpito gli studiosi è la loro straordinaria mobilità. Al punto che sembrano scivolare su di un fluido piuttosto che rotolare come rocce. A volte capita addirittura che arrivando sulle pianure, lefrane s'impennino in salita.
Capire la causa delle valanghe su Giapeto, sostengono i ricercatori, potrebbe aiutare nella comprensione delle frane insolitamente lunghe sulla Terra. Secondo gli studiosi, queste frane di ghiaccio viaggiano più lontano di quanto previsto in condizioni normali di attrito. Insomma, non sono solo grandi, ma straordinariamente mobili. Tutto ciò per l'equipe che ha analizzato le immagini richiede meccanismi complessi.
Quali? Una spiegazione potrebbe esser dovuta al fatto che lo scorrimento del materiale riscalda la superficie sottostante ghiacciata, rendendo temporaneamente il terreno scivoloso e consentendo alla frana di percorrere una distanza insolitamente lunga.